Chi siamo

Non solo un festival ma un progetto culturale

Il Perosi Festival nasce con la volontà di valorizzare la figura e le opere del compositore tortonese Don Lorenzo Perosi, attraverso l'impegno culturale, le produzioni di altissimo livello, spingendo anche per la valorizzazione dei giovani musicisti.

youth2017.jpg

Le nostre missioni

Il Perosi Festival ha diverse missioni. 

 

In primis la valorizzazione musicale dell’opera del compositore organizzando concerti e coinvolgendo importanti realtà nazionali ed internazionali con direttori e musicisti di importante e prestigioso livello. Negli ultimi anni, infatti, la musica di Perosi è stata eseguita al Teatro “Carlo Felice” di Genova, al Teatro “Vittorio Emanuele” di Messina, al “Teatro Regio” di Torino oltre ad importanti realtà quali la Cappella Marciana di Venezia e in Vaticano la Cappella Sistina. Da quest’anno la musica Perosiana sbarcherà anche all’estero: verranno coinvolti l’Ateneo Rumeno di Bucarest e la Cattedrale di Lima in Perù oltre ad altre realtà dell’Europa dell’Est.

La seconda missione è la promozione dell’attività dei giovani promuovendo il professionismo musicale dei giovani anche nell’ottica dell’apertura ad un repertorio - di fatto - sconosciuto formando a livello musicale ed umano. Nel mese di maggio, infatti, nel corso degli anni è stato organizzato un festival che coinvolge i più importanti conservatori italiani oltre alle orchestre giovanili. Inoltre negli anni si è organizzato anche il “Perosi.EDU”, una serie di laboratori nelle scuole primarie di Tortona e di workshop musicali condotti da docenti del Conservatorio “Vivaldi” di Alessandria e in collaborazione con altri istituti musicali della provincia.

La terza missione è la valorizzazione del territorio stimolando il pubblico per far conoscere località ricche di arte, cultura, enogastronomia e vita, portando la musica di Perosi nei luoghi che gli hanno dato la nascita.

Alcuni nostri ospiti

Collaborazioni

marchio-fondazione.png
fb4018010d5702c5d27fa7091ed6a5fd.jpeg
logo.png
orchestra-sinfonica-di-milano-giuseppe-verdi.png
Amadeus.png